• Milano tennis Academy

Milano Tennis Academy: la presentazione ufficiale, tutto quello che c’è da sapere sulla nuova scuola

È stata presentata ufficialmente stamattina la Milano Tennis Academy, la nuova scuola tennis meneghina che sarà ospitata nella struttura dello Sporting Milano 2 di Segrate. La conferenza stampa è stata moderata dal giornalista di Mediaset Pierluigi Pardo.

La Milano Tennis Academy ospite dello Sporting Club Milano 2

Gabriele Bacchini, presidente dello Sporting Club Milano 2: “Oggi abbiamo circa 2mila soci, il club è di nostra proprietà e perseguiamo solo la soddisfazione dei nostri soci – le sue parole – abbiamo portato avanti investimenti negli ultimi anni per otto milioni di euro, per aggiornare il nostro club. Avevamo la scuola tennis Bonaiti, che da oltre 15 anni ci offre sinergie e una qualità nettamente superiori alle precedenti scuole tennis; e lui, assieme a Pigato e Guglielmi, ci ha proposto di ospitare la Milano Tennis Academy. Sono convinto che sarà un grande successo, ho visto la professionalità e il contenuto di qualità che offre”.

Che cos’è la Milano Tennis Academy, parola a Pier Carlo Guglielmi

Pier Carlo Guglielmi, presidente della Milano Tennis Academy: “Vogliamo che la Milano Tennis Academy si rivolga a tutti, dal mini tennis ai professionisti – precisa – puntando sulla qualità, intesa su quello che noi offriamo dal punto di vista tecnico e quello che cerchiamo dagli atleti. Offriamo sette campi, di cui quattro rifatti a giugno, e un team ampio, trasversale, professionale, con 14 persone tra i quali nove maestri e due preparatori atletici. Mi piace ricordare Giacomo Oradini, ex coach di Francesca Schiavone, e Luca Maltoni, responsabile della preparazione atletica, che per noi è fondamentale”. Molti anche gli atleti in scuderia: “Abbiamo Lisa Pigato, figlia di Ugo, già a ridosso dei primi 100 al mondo e recentemente impegnata agli US Open; e Matteo Arnaldi, anche lui un 2001 già tra i top Under 18. C’è un team che si allena insieme e cerca di crescere. Ma oltre a questo offriamo anche servizi a supporto dell’attività; partiamo dalla parte sportiva, con un supporto agonistico, fisico, ma anche medicale; e poi subentrano anche quelli professionali, come le esigenze di comunicazione, i social, siti, ma anche supporto legale e fiscale”.

Il saluto di Sergio Palmieri e Martina Cambiaghi

Sergio Palmieri, presidente del comitato regionale lombardo della Fit: “Qui vedo quella passione necesssaria affinché si possano raggiungere obiettivi sempre più interessanti. Le Academy in Italia si stanno sviluppando bene, la Fit cerca di sostenerle anche perché attraverso le accademie si possono ottenere i risultati che la federazione da sola non potrebbe mai ottenere”. Martina Cambiaghi, assessore allo sport della Regione Lombardia:Il progetto è ambizioso, ma mi ha colpito soprattutto la centralità che pongono sull’atleta non tanto come agonista ma come persona. E come Regione Lombardia puntiamo molto sulle persone, sullo sport per tutti e l’inclusione sociale tramite lo sport. Elementi che si ritrovano in toto in questo progetto”.

Ugo Pigato, cuore pulsante della Milano Tennis Academy

Il Sindaco di Segrate, Paolo Micheli: “Lo Sport, il tennis in questo caso, è uno strumento per crescere. In questa città abbiamo eccellenze nel volley, lo specchio d’acqua dell’Idroscalo e molto altro; siamo felici se riuscissimo ad aggiungere un tassello di eccellenza con la nuova esperienza della Milano Tennis Academy”. Franco Bonaiti, uno dei tre fondatori della MTA assieme a Ugo Pigato e Pier Carlo Guglielmi: “E’ da tre anni che stavo cercando di portare avanti questo progetto. Speriamo che tutto questo possa portare i risultati che siamo sicuri possiamo raggiungere”. Prende la parola anche Ugo Pigato, ex tennista, oggi direttore della Milano Tennis Academy: “Io avevo il sogno di diventare un protagonista del tennis e sono riuscito ad arrivare ad una determinata classifica, non altissima ma comunque buona; col senno di poi mi sono chiesto cosa mi è mancato e cosa manca agli allenatori per arrivare ancora più in alto. E tutto quello che mancava fa parte di questo progetto, che si può creare con un buon sistema di allenamento. Francesca Schiavone alla Milano Tennis Academy? E’ sempre un motivo di crescita potersi confrontare, ma da qui a diventare un discorso serio con Francesca è prematuro; è stata una bella avventura di una giornata e sarebbe bello proseguire più avanti”.


Fonte: Milano Sportiva LINK

9 visualizzazioni